Formazionedidactica.it | Minimi Termini
15170
page,page-id-15170,page-child,parent-pageid-15154,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-4.0.5,vc_responsive
 

Minimi Termini

Obiettivi dell’Intervento

Con il presente Avviso la Regione Campania, nell’attuale fase di grave crisi del mercato del lavoro che determina anche la dispersione di competenze e professionalità, intende facilitare l’accesso dei lavoratori con contratti atipici nell’area della protezione dal rischio di disoccupazione e sostenere le imprese per la valorizzazione delle risorse umane.
A tal fine viene promosso un programma di incentivi alle imprese finalizzato alla stabilizzazione di unità lavorative titolari di contratti atipici con contratti di lavoro dipendente a tempo indeterminato anche parziale, non inferiore alle 20 ore settimanali, ovvero a tempo pieno e determinato, utile all’acquisizione dei requisiti per l’indennità ordinaria di disoccupazione. In tutti i casi il contratto di stabilizzazione/assunzione dovrà garantire l’acquisizione dello status di occupato ed una condizione lavorativa migliorativa rispetto a quella in essere, in termini di stabilità occupazionale.
Per la definizione di impresa si richiama l’art.1 dell’Al1.1 del Reg. CE 800/2008.
Gli incentivi di cui al presente avviso sono concessi sotto forma di contributo “una tantum” e si configurano come aiuti di Stato in regime de Minimis (Reg.CE 1998/2006). Sono escluse dai benefici del presente avviso le imprese operanti nei settori per i quali non è applicabile la regola dell’aiuto concesso sottoforma di “de minimis”, come indicato nell’art. 1 del Reg. (CE) n. 1998/2006.

Requisiti dei Soggetti proponenti

Possono presentare domanda di incentivo per il progetto assunzione volto alla stabilizzazione/assunzione di lavoratori atipici i datori di lavoro privati, che abbiano sede operativa in Campania e che siano in possesso dei seguenti requisiti.
Essere in regola:

  • con il versamento degli obblighi contributivi ed assicurativi;
  • con l’applicazione del CCNL;
  • con la normativa in materia di sicurezza del lavoro;
  • con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili, oltre che con il rispetto di tutte le normative in materia di lavoro in genere.

Non devono inoltre aver effettuato, nei 6 mesi precedenti alla data di presentazione della domanda licenziamenti e/o apertura di C.I.G.S. di dipendenti di professionalità identiche a quelle dei disoccupati da assumere né di effettuarne per il periodo di vigenza del contratto di lavoro.
I datori di lavoro aderenti, inoltre, devono dichiarare:

  • di escludere dalla stabilizzazione/assunzione a valere sul presente avviso il coniuge, il socio, l’amministratore ed i componenti del consiglio di amministrazione, ad esclusione dei soci in caso di società cooperative, parenti ed affini entro il terzo grado del datore di lavoro/ dei soci o degli amministratori in caso di società;
  • di non trovarsi in stato di fallimento o liquidazione e di non aver presentato domanda di concordato;
  • di non essere sottoposto/a ad alcuna misura di prevenzione e di non essere a conoscenza dell’esistenza, a proprio carico, di procedimenti in corso;
  • di non avere in corso ovvero di non avere attivato procedure concorsuali nei 12 (dodici) mesi antecedenti la presentazione della domanda.

Destinatari

L’intervento è rivolto ai lavoratori, residenti in Campania, occupati con contratti flessibili (tempo determinato, inserimento lavorativo, somministrazione, contratto a progetto, o intermittente), regolarmente registrati presso il Centro per l’impiego competente, che al momento della stabilizzazione/assunzione del contratto abbiano in essere contratti a termine da almeno n. 3 mesi.
Il 50% degli interventi è riservato alle donne con possibilità di riassorbimento. Non sono ammessi a valere sul presente avviso i titolari di contratti di apprendistato lavoratori che provengano da liste di mobilità.
I requisiti devono essere posseduti dai destinatari al momento della stipula del contratto di lavoro.

Risorse Disponibili

I contributi alla stabilizzazione/assunzione variano a seconda della tipologia e della durata del contratto di stabilizzazione/assunzione, e dei target di lavoratori assunti. I contributi non possono superare l’importo massimo di € 5.000, aumentato a € 7500 per lavoratori disabili e sono compatibili con i benefici di cui all’art.8 c.9 della legge 407/91.

Fermo restando il vincolo di cui all’art.1 “contratto di lavoro utile all’acquisizione dei requisiti per l’indennità ordinaria di disoccupazione”, l’incentivo previsto per la stabilizzazione/assunzione sarà ridotto proporzionalmente in ragione dell’orario di lavoro calcolato su base annua, sia nel caso di contratto a tempo determinato inferiore ai dodici mesi, che nel caso di contratto a tempo indeterminato part-time.