Formazionedidactica.it | Più apprendi più lavori
15166
page,page-id-15166,page-child,parent-pageid-15154,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,wpb-js-composer js-comp-ver-4.0.5,vc_responsive
 

Più apprendi più lavori

Obiettivi dell’Intervento

Con il presente Avviso l’Assessorato alle Politiche dell’Immigrazione della Regione Campania finanzia interventi finalizzati a favorire l’inserimento nel circuito lavorativo di giovani immigrati tra i 18 e i 29 anni, attraverso la concessione di incentivi ai datori di lavoro/imprese localizzati in Campania per la stipula di contratti di apprendistato professionalizzante ai sensi del D.Lgs. n. /2003 e ss.mm.ii. e per la successiva stabilizzazione dei lavoratori, dando parziale esecuzione all’asse “Labour Market Policy (LMP)” del Piano di Azione per il Lavoro.
L’intervento, in coerenza con quanto programmato nel P.O.R. FSE Campania 2007-2013 e nel Piano d’Azione per il Lavoro ed in linea con quanto previsto nel “Accordo Quadro tra la Regione Campania e le parti sociali in materia di Apprendistato Professionalizzante”, di cui all’art. 1 del presente Avviso, intende perseguire i seguenti obiettivi:
  • favorire l’inserimento nel circuito lavorativo dei giovani figli di immigrati, di età compresa tra i 18 e i 29 anni, attraverso il conseguimento di una qualificazione professionale on the job intesa quale acquisizione di competenze di base, trasversali e tecnico-professionali;
  • favorire percorsi di emersione del lavoro irregolare, attraverso l’inserimento lavorativo dei giovani apprendisti;
  • tutelare il diritto di cittadinanza con interventi di sostegno all’inserimento lavorativo degli immigrati.

Per aumentare la spendibilità della qualificazione conseguita, il percorso sarà coerente con la procedura stabilita nella Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 giugno 2009 sull’istituzione di un sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionale (ECVET)

Beneficiari

Tutti i datori di lavoro che abbiano unità produttiva e/o sede operativa nel territorio regionale alla data di pubblicazione dell’Avviso che, in attuazione dell’art. 49 del D.Lgs 10/09/2003, n. 276 e ss.mm.ii. e dell’art. 45 della L.R. 18/11/2009, n. 14, assumano apprendisti con contratto di apprendistato professionalizzante in tutti i settori e le attività previste nell’Accordo in premessa, non esclusi dall’art. 1 comma 2 e comma 3 Reg. 800/2008. Ai fini della definizione del soggetto proponente legittimato a presentare domanda si fa riferimento a quanto sancito all’art. 1 dell’all. 1 del Regolamento 800/2008.
Non possono beneficiare degli incentivi previsti dal presente avviso le imprese operanti nei settori per i quali non è applicabile la regola dell’aiuto concesso sottoforma di “de minimis”, come indicato nell’art. 1 del Reg. (CE) n. 1998/2006:

  • i datori di lavoro/imprese che operano nel settore della pesca e dell’acquacoltura;
  • i datori di lavoro/imprese che operano nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli secondo la definizione dell’art. 2 paragrafo 2 del Reg. (CE) n. 1857/2006;
  •  i datori di lavoro/imprese che operano nel settore della trasformazione e della commercializzazione di prodotti agricoli secondo la definizione dell’art. 2 paragrafi 3 e 4 del Reg. (CE) n. 1857/2006, limitatamente all’ipotesi in cui o l’importo dell’aiuto è fissato in base al prezzo o al quantitativo di tali prodotti acquistati da produttori primari o immessi sul mercato dalle imprese interessate; o l’aiuto è subordinato al fatto divenire parzialmente o interamente trasferito a produttori primari;
  • i datori di lavoro/imprese attive nel settore carboniero ai sensi del Reg. (CE) n. 1407/2002.

Gli incentivi di cui al presente Avviso non costituiscono aiuti alle esportazioni, né aiuti che favoriscono i prodotti e servizi nazionali rispetto a quelli importati, ai sensi del citato art. 1 del Reg. (CE) n. 1998/2006.

Destinatari

Il presente avviso è rivolto alle seguenti tipologie di destinatari:

a) Giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni, cittadini comunitari residenti in Campania da almeno 12 mesi, che non hanno un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi;
b) Giovani tra i 18 e i 29 anni, cittadini comunitari residenti in Campania da almeno 12 mesi ed iscritti alle liste della Legge 68/99, “Norme per il diritto al lavoro dei disabili”.

I destinatari devono, inoltre, autocertificare al datore di lavoro:

  • di essere cittadini comunitari residenti in Campania da almeno 12 mesi;
  • di essere iscritti al CPI da almeno 6 mesi con la condizione di disoccupato o inoccupato;
  • di non risultare coniugi, parenti, affini entro il terzo grado, del titolare o del/i socio/i del soggetto ospitante o degli amministratori in caso di società, socio, amministratore e componente del consiglio di amministrazione, nel caso di società (fatta esclusione per il solo caso delle cooperative, per le quali è prevista la condizione di socio lavoratore);
  • di non avere avuto rapporti di lavoro dipendente o assimilato negli ultimi dodici mesi cessati con il soggetto ospitante la cui cessazione sia stata determinata da cause diverse dalla scadenza naturale dei contratti. Resta salva la condizione di interruzione del rapporto di lavoro intervenuta per fine fase lavorativa.
  • di aver preso visione dell’avviso di selezione e di accettarne il contenuto;

E’ prevista una riserva di posti pari al 50% delle richieste alle donne con riassorbimento.
I destinatari devono possedere i requisiti richiesti al momento della stipula del contratto di lavoro, salvo diversa regolamentazione comunitaria

Finanziamento concesso e intensità degli incentivi

Il soggetto proponente potrà richiedere un contributo individuale pari a € 5.000,00 per i destinatari della categoria A e € 7.500,00 per i destinatari della categoria B. Il contributo “una tantum” all’assunzione riconosciuto ai sensi del presente Avviso deve rientrare nei limiti di cui al Regolamento (CE) di esenzione per categoria n. 800/2008, la cui soglia massima di intensità lorda dell’aiuto ivi fissato, corrisponde al 50% dei costi salariali calcolati su un periodo di 12 mesi successivi all’assunzione per la categoria A di destinatari e al 75% dei costi salariali calcolati su un periodo di 12 mesi successivi all’assunzione per la categoria B di destinatari.
Il suddetto contributo è cumulabile con analoghe agevolazioni concesse da altro ente, ma non può dare luogo a un’intensità lorda di aiuto superiore alle percentuali sopra descritte, riferiti al periodo di occupazione del lavoratore considerato;  in caso di superamento, la quota concessa a valere sul presente Avviso sarà ridotta in ragione dell’intensità massima consentita.